Tag: batteria auto elettrica

preservare batteria auto elettrica

Preservare la batteria dell’auto elettrica: così eviti di rovinarla!

Come preservare la batteria dell’auto elettrica affinché duri per numerosi anni? Avendo cura di seguire alcune semplici indicazioni, è possibile evitare di rovinare la batteria. Si tratta di accorgimenti molto semplici, che però possono realmente fare la differenza. 1. Mantenere la carica tra il 20% e l’80% Le batterie delle auto elettriche sono, per la maggior parte, composte da ioni di litio. Questi tipi di batteria si deteriorano più rapidamente se caricate o scaricate completamente. Per questo motivo, è consigliabile mantenere il più possibile la carica della batteria tra il 20% e l’80%. 2. Evitare le ricariche rapide e in ogni caso, adoperare un cavo di qualità La ricarica rapida dell’auto elettrica può rivelarsi utile in molte circostanze, tuttavia può stressare la batteria se utilizzata troppo frequentemente. Pertanto, per la ricarica quotidiana, si dovrebbero evitare le stazioni pubbliche “super-charge”. Se proprio non vi sono alternative, è opportuno per lo meno dotarsi di un cavo di alta qualità, come quelli prodotti da Mennekes. Per preservare al meglio la batteria, si consiglia, invece, la ricarica domestica, che è più lenta e sicura per la batteria, come quella che può essere fatta tramite Wallbox e cavo Modo 3 monofase o trifase. 3. Considerare l’installazione di una Wallbox domestica Come indicato nel punto precedente, la ricarica ideale per preservare la batteria è quella che avviene tramite Wallbox domestica. Questa può essere sia di tipo monofase, che trifase. Il sistema monofase è più lento rispetto al trifase. Il cavo di ricarica da adoperare è quello Modo 3 monofase (compatibile solo con Wallbox monofase), oppure Modo 3 trifase (compatibile con Wallbox sia monofase, che trifase). In entrambi i casi è opportuno dotarsi di un cavo di alta qualità, poiché influirà di molto sullo stato della batteria dell’auto elettrica. 4. Non lasciare l’auto parcheggiata al sole per lunghi periodi Il calore eccessivo può danneggiare la batteria dell’auto elettrica. I parcheggi ideali sono, chiaramente, quelli che si trovano in punti freschi ed ombreggiati. Non sempre, però, è possibile scegliere il posto migliore. Per questa ragione, si consiglia di proteggere il parabrezza e l’abitacolo dell’auto elettrica tramite un parasole. 5. Guidare con prudenza e con uno stile fluido La guida spericolata è potenzialmente dannosa per se stessi e per gli altri, ma non solo. L’automobilista che si prende cura della propria auto elettrica, eviterà di accelerare bruscamente e di frenare troppo spesso. L’ideale è infatti mantenere una guida fluida ed una velocità media costante. In questo modo si può risparmiare energia e si riduce lo stress della batteria dell’auto elettrica. 6. Sfruttare la frenata rigenerativa Chi possiede un’auto ibrida o elettrica può sfruttare il potenziale della rigenerazione energetica della frenata. Molto semplicemente, frenando si ricarica la batteria. Tramite questo sistema, l’autonomia del veicolo aumenta e si riduce, nel lungo termine, il numero di ricariche da effettuare, riducendo così lo stress della batteria. Questo grande vantaggio è dovuto al motore elettrico, che durante la frenata, invece di dissipare l’energia, la immagazzina nella batteria. Chiaramente, la frenata rigenerativa deve avvenire in modo morbido, ovvero facendo rallentare lentamente il veicolo. 7. Mantenere sempre aggiornato il software della batteria Le case automobilistiche che producono auto elettriche rilasciano periodicamente gli aggiornamenti dei loro software di ricarica. Tramite gli update si ottimizza il processo di carica dell’auto elettrica, pertanto le prestazioni e la durata della batteria ne traggono giovamento. E’ quindi indispensabile assicurarsi di installare gli aggiornamenti disponibili a mano a mano che vengono rilasciati. 8. Monitoraggio e Manutenzione della batteria Monitorare la salute della batteria dell’auto elettrica consente, ovviamente, di identificare eventuali problematiche non appena queste si presentano. La maggior parte delle auto ibride e elettriche forniscono sul cruscotto o tramite app le informazioni relative allo stato della batteria. Il consiglio è ovviamente quello di non sottovalutare alcun tipo di segnale. La manutenzione regolare della batteria dovrebbe essere considerata mandatoria e, sebbene sembri scontato, spesso può passare diverso tempo tra un controllo e l’altro. L’ideale è rivolgersi periodicamente, a prescindere dallo stato della batteria, ad un centro di assistenza autorizzato al controllo di tutto il sistema elettrico. 9. Avvalersi della garanzia sulla batteria La garanzia sulla batteria è inclusa con l’acquisto della maggior parte delle automobili elettriche. Quando possibile, è consigliabile estendere la durata della garanzia, dal momento che copre gli eventuali costi di sostituzione o riparazione in caso di difetti di fabbrica. E’ importante prendere visione della documentazione, in questo modo è possibile monitorare con occhio più attento lo stato della batteria. Preservare la batteria dell’auto elettrica con il giusto cavo ricarica Come argomentato precedentemente, la scelta del cavo ricarica per l’auto elettrica dovrebbe essere dettata dalla qualità del prodotto, anche al fine di preservare la batteria. CavoPerfetto.it mette a disposizione una selezione dei migliori cavi ricarica prodotti da Mennekes, la casa di produzione tedesca che domina il mercato e che fornisce cavi top gamma, scelti anche dalle case automobilistiche che producono auto elettriche di fascia alta. Ecco i link specifici:

Leggi Tutto »
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo Shop