Cavo di ricarica Modo 2 e Modo 3: differenze e caratteristiche

Differenze cavo Modo 2 e Modo 3

Differenze tra cavo ricarica Modo 2 e Modo 3: quali sono? Qual è il cavo giusto per le proprie necessità?
In questa breve e semplice guida vengono messi in chiaro i punti fondamentali sui differenti cavi ricarica per auto elettriche.

Differenze cavo di ricarica Modo 2 e Modo 3

  • Cavo auto Modo 2: il cavo ricarica Modo 2 si collega alle prese elettriche comuni, quelle disponibili presso ogni abitazione e luogo pubblico. Questa peculiarità rende questi cavi adoperabili in situazioni d’emergenza. Non solo: sono utili ovunque non vi sia una Wallbox a disposizione, o una stazione di ricarica nelle immediate vicinanze.

    Si adopera quindi per la ricarica domestica dell’auto elettrica. Si deve considerare che il cavo Modo 2 non ha una potenza equiparabile al cavo Modo 3, che è invece pensato per la ricarica completa delle auto elettriche.

    Il cavo Modo 2 permette quindi di ricaricare l’auto quel tanto che basta a raggiungere una stazione di ricarica, oppure una Wallbox, per poi effettuare lì, tramite un cavo Modo 3, la piena ricarica.

    Comprare un cavo ricarica Modo 2 è sempre consigliabile. Si dovrebbe infatti sempre avere a disposizione la possibilità di ricaricare l’auto in qualsiasi circostanza. E’ altresì opportuno considerare di portarlo sempre con sé, collocandolo nel bagagliaio dell’auto.
  • Cavo auto Modo 3: il cavo ricarica Modo 3 si collega alla Wallbox domestica, o pubblica, ed alle colonnine di ricarica / stazioni di ricarica pubbliche. Si tratta di un cavo pensato per la ricarica completa, poiché è molto più potente del cavo ricarica domestico Modo 2.

    Chiaramente è adoperabile anche per la ricarica non completa dell’automobile elettrica, sempre a condizione che la sorgente di elettricità sia la Wallbox o la colonnina delle stazioni di ricarica.

    Comprare un cavo ricarica Modo 3 è indispensabile per sfruttare tutti i vantaggi della mobilità elettrica. E’ altresì fondamentale per ottimizzare i tempi e i costi di ricarica dell’auto elettrica.

    Difficilmente chi acquista un’auto elettrica sceglie di non dotarsi anche di una Wallbox privata per la ricarica, ma qualora fosse questo il caso, sarebbe opportuno considerarne l’installazione, così da consentire l’ottimizzazione dei tempi e dei costi elettrici.

Altre differenze cavi ricarica auto elettriche

Differenze cavo Modo 2 e Modo 3
  • Cavo Monofase: questo tipo di cavo consente un minor passaggio di elettricità durante la ricarica. Mentre il cavo trifase è compatibile anche con le Wallbox e colonnine trifase, il cavo monofase non lo è.
  • Cavo Trifase: il cavo ricarica trifase consente un maggior passaggio di elettricità durante la ricarica, ottimizzando costi e tempi. E’ compatibile con tutte le Wallbox e colonnine, siano esse trifase o monofase.

    Salvo particolari esigenze, è sempre opportuno scegliere un cavo ricarica trifase, in modo da andare sul sicuro e per poterlo adoperare in ogni circostanza, senza preoccuparsi della differenza tra trifase e monofase.

Quale cavo ricarica per l’auto elettrica comprare?

I cavi Mennekes presenti su CavoPerfetto sono tutti trifase, pertanto non vi è la necessità di preoccuparsi della loro compatibilità: si tratta, infatti, di cavi ricarica universali, collegabili a qualsiasi Wallbox, colonnina di ricarica, o spina domestica, qualora si trattasse del cavo Modo 2 per la ricarica casalinga.

Seguono i link per l’acquisto:
Compra cavo ricarica Modo 2 / Tipo 2 -> da collegare alla presa domestica
Acquista cavo ricarica Modo 3 / Tipo 2> da collegare a qualsiasi Wallbox o Colonnina
Compra cavo ricarica Modo 3 / Tipo 2 Spiralato -> da collegare a qualsiasi Wallbox o Colonnina

CONTENUTI RECENTI
ARCHIVIO
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo Shop